CUP: B61C12000900005

SVILUPPO DI TECNOLOGIE INNOVATIVE PER LA SOSTENIBILITA ENERGETICA ED AMBIENTALE DI CANTIERI NAUTICI ED AREE PORTUALI - SEAPORT

SUMMARY OF THE PROJECT - source: Open Data PON REC

Il progetto 'SEAPORT' è articolato in diversi obiettivi realizzativi (OR), ciascuno dei quali è incentrato su aspettidifferenti aventi, però, un unico comune denominatore: la riqualificazione energetica ed ambientale di cantieri ed areeportuali. Attraverso una serie di interventi mirati, gli OR1 e OR2 intendono individuare tutti gli aspetti energeticicritici presenti in un cantiere navale ed in un'area portuale, che nello specifico sono stati localizzati presso il sito delCANTIERE NAVALE DI AUGUSTA (OR1) e presso l'area portuale di Catania (OR2). Un audit energeticoconsentirà di valutare il reale fabbisogno del cantiere e dell'area portuale. In particolare l'andamento dei consumipermetterà di identificare le tecnologie idonee per l'impiego specifico. Parallelamente saranno condotti studi relativialla producibilità energetica da fonti rinnovabili (solare ed eolica) finalizzati all'eventuale utilizzo di tecnologie solari,sia commerciali che pre-commerciali, e di micro e/o mini turbine eoliche. Contestualmente saranno studiati i processitermo-catalitici per il recupero energetico dei residui idrocarburici prodotti in campo navale. La fase finale produrrà laprogettazione esecutiva e la realizzazione degli interventi studiati. Ulteriori valutazioni di natura energetica edambientale prevedono lo studio di sistemi di tipo sperimentale in grado di sfruttare l'energia del moto ondoso (OR3) edi tecnologie innovative per il disinquinamento dei bacini portuali (OR6). Tali attività saranno condotte entrambeattraverso delle fasi di campionamento presso i siti presi a riferimento e condurranno in un caso alla redazione di lineeguida a scala regionale per la realizzazione di impianti di produzione di energia dal moto ondoso (OR3) e nell'altroalla sperimentazione in campo di tecnologie innovative di disinquinamento basate sulla generazione diMICRO-BOLLE (OR6). Proseguendo con gli studi di carattere ambientale, l'OR2 analizzerà e simulerà l'interazionetra le componenti di un terminal portuale ed il territorio circostante, finalizzando tale analisi alla riduzione degliimpatti ambientali ed allo sviluppo sostenibile delle aree portuali. Saranno valutate le modalità di trasporto merci epasseggeri via mare come sistema alternativo al trasporto su strada individuando le criticità legate alle infrastruttureesistenti ed il loro possibile potenziamento. Nell'ambito dell'intermodalità mare-porto-terra si colloca anchel'interconnessione nave–porto finalizzata all'alimentazione di navi bi-fuel durante la permanenza nei porti. L'attività sicompone di un'analisi dei criteri di interfaccia con i sistemi di rifornimento a terra attraverso le reti di distribuzionegas e di una fase di identificazione dei requisiti che le navi dovranno possedere.Sempre nel settore delle grandi imbarcazioni, l'OR5 si occuperà di installare un sistema di monitoraggio delleemissioni inquinanti a bordo delle navi impiegate dalla CARONTE & TOURIST per il trasporto mezzi e passeggerinello stretto di Messina. Poiché la rotta interessa due porti localizzati nel centro abitato di due città (Villa S. Giovannie Messina), ed essendo la tratta molto breve (circa 3,5 km), lo stretto viene considerato a tutti gli effetti un'areametropolitana all'interno della quale è estremamente importante ridurre le emissioni inquinanti. Inoltre, si fa notareche spesso le navi mantengono i motori accesi anche durante le fasi di carico/scarico quando sono attraccate al portocon conseguente produzione di CO, CO2, NOx, SOx, ecc. Attraverso l'installazione di tali sensori e la lorosperimentazione in campo sarà possibile individuare la quantità di emissioni e le possibili soluzioni da impiegare,valutandone anche gli eventuali benefici. Coerentemente a quanto detto finora, l'OR4, attraverso l'apporto dellaRODRIQUEZ CANTIERI NAVALI, studierà sistemi di recupero energetico dalla rotazione delle pale delle elichequando la nave è ferma e dalla dissipazione dei moti di rollio.

Updated on 29/02/2020
Funding monitored € 6,457,690.80 of which cohesion funds € 6,457,690.80
Given name Amount
European Union4843268.10
Revolving Fund (National co-financing)1614422.70
Other resources - Private:
€ 1,936,222
Payments monitored € 3,228,845.40 of which cohesion funds € 3,228,845.40
Year Amount Cumulative amount Percentage on public financing
20133228845.403228845.4050

State of progress

Open
Expected start: 01/12/2011
Effective start: 01/07/2012
Expected end: 31/12/2015
Effective end: 31/12/2015

Type

Theme

Territory

Entities

Planning body
MIUR
Implementing body
CONSORZIO DI RICERCA PER L'INNOVAZIONE DI RICERCA PER L'INNOVAZIONE TECNOLOGICA, SICILIA TRASPORTI NAVALI, COMMERCIALI E DA DIPORTO SCARL
Priority QSN
Promozione, valorizzazione e diffusione della ricerca e dell'innovazione per la competitività
General objective QSN
Rafforzare e valorizzare l'intera filiera della ricerca e le reti di cooperazione tra il sistema della ricerca e le imprese, per contribuire alla competitività e alla crescita economica;sostenere la massima diffusione e utilizzo di nuove tecnologie e servizi avanzati; innalzare il livello delle competenze e conoscenze scientifiche e tecniche nel sistema produttivo e nelle Istituzioni
Specific objective QSN
Qualificare in senso innovativo l'offerta di ricerca, favorendo la creazione di reti fra Università, centri di ricerca e tecnologia e il mondo della produzione sviluppando meccanismi a un tempo concorrenziali e cooperativi, in grado di assicurare fondi ai ricercatori piu promettenti

Programming area

European Regional Development Fund (ERDF)
2007-2013 EU Structural Funds
Programme
NOP CONV ERDF RESEARCH AND COMPETITIVENESS
Axis
Asse 1 -Sostegno ai mutamenti strutturali
Operational objective
Reti per il rafforzamento del potenziale scientifico-tecnologico delle Regioni della Convergenza.

Other projects in territory