25/11/2019

Data Card - 2019 Violenza donne

In occasione della “Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne”  che si celebra il 25 novembre, viene aggiornata  la selezione dei progetti in attuazione finanziati dalle politiche di coesione e pubblicati sul portale www.opencoesione.gov.it  finalizzati al contrasto alla violenza di genere. La metodologia, già applicata in occasione della prima Data Card  OpenCoesione realizzata lo scorso anno, risponde ad una  ricerca testuale nel titolo e nella descrizione degli interventi delle seguenti parole chiave: donne vittime, donna vittima, violenza donne, violenza genere, tratta, antiviolenza.

Nell’ultima osservazione, il numero dei progetti aumenta, passando da 104 a 170. I 66 progetti di differenza  tra quanto monitorato al 31 agosto 2019 e quanto riferito alla medesima data del 2018, è il risultato di 84 nuovi interventi osservati (quasi tutti nell’ambito di Programmi Operativi cofinanziati da risorse comunitarie) e di 18 progetti che invece escono dal perimetro di riferimento del Sistema Nazionale di Monitoraggio delle politiche di coesione (perché non più finanziati da risorse della coesione, ma non necessariamente interrotti nell’attuazione).  

Nel complesso il costo pubblico dei progetti raggiunge i 42 milioni di euro, rispetto ai 26 milioni osservati lo scorso anno, con risorse che provengono principalmente dalla programmazione 2014-2020.

Si conferma l’impegno del PON Legalità sul tema della tutela di donne vittime di violenza con l’inserimento nel corso dell’anno di 20 interventi in 5 Regioni del Sud  per un costo di 15 milioni di euro.

I progetti finanziati riguardano interventi su beni confiscati e sono stati oggetto di un approfondimento pubblicato sul sito Confiscati Bene 2.0.

Segue, in termini di impegno finanziario, il PON Metro con 7 progetti finalizzati principalmente alla  realizzazione di servizi residenziali per donne vittime di violenza  a Roma, Palermo, Napoli e Venezia per un costo pubblico di circa 5 milioni di euro.

Infine, tra i Programmi operativi nazionali 2014-2020, il PON Inclusione prevede 4 progetti finanziati dal Fondo Sociale Europeo per un costo di 600 mila euro.

Tutti gli altri progetti, al netto di un intervento sostenuto dal POR FESR Campania, sono finanziati dai Programmi operativi regionali FSE di Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia e da quelli delle Province autonome di Bolzano e Trento per un costo complessivo pubblico di oltre 5 milioni per interventi per il sostegno a loro reinserimento professionale.

 

Tag: Eventi