CUP: B31C12001280005

RIGENERAZIONE DI TESSUTI NERVOSI ED OSTEOCARTILAGINEI MEDIANTE INNOVATIVI APPROCCI DI TISSUE ENGINEERING_RINOVATIS

SINTESI DEL PROGETTO - fonte: Open Data PON REC

La Medicina Rigenerativa e l'Ingegneria dei Tessuti (Tissue Engineering) si propongono di riparare organi adultiumani danneggiati, con l'intento di restituire loro l'integrità strutturale e funzionale dell'organo sano, attraversol'identificazione della sorgente cellulare capace di rigenerare al meglio il tessuto danneggiato e la ricostruzione delmicroambiente più adatto per ospitare e istruire le cellule rigeneranti. La Tissue Engineering rappresental'avanguardia del settore biomedico del XXI secolo, e coinvolge un mercato globale di prodotti ad alto contenutotecnologico, stimato conservativamente in oltre 500 miliardi di euro per il 2015.L'obiettivo del progetto è quello di sviluppare e testare, in vitro e in vivo, approcci innovativi di Tissue Engineering,finalizzati alla rigenerazione di tessuti nervosi ed osteocartilaginei. Il razionale del progetto si basa sulle conoscenze esulle competenze già disponibili nel Distretto DHITECH nel settore dell'Ingegneria dei Tessuti. La Rete Nazionale diTissue Engineering ha infatti uno dei suoi Nodi fondamentali nell'Università del Salento che, dalla strettacollaborazione con enti di ricerca di eccellenza sia nazionali che internazionali, ha sviluppato negli anni proprietàintellettuale su tematiche inerenti la rigenerazione di tessuti nervosi e osteocartilaginei. Tra le altre, la collaborazionescientifica, già particolarmente fruttuosa, con l'Ospedale S. Raffaele di Milano (HSR) risulta più che mai strategica intermini di potenziale crescita ed implementazione clinica del settore Tissue Engineering in Puglia, in vista del nuovoinsediamento di HSR in Puglia.Come risultati attesi dal progetto, lo sviluppo di diverse terapie acellulari e/o cellulari per la rigenerazione di tessutinervosi e osteocartilaginei costituirà la base per: i) l'acquisizione di nuova proprietà intellettuale nonché ilrafforzamento di quella esistente; ii) la costituzione di almeno 2 società Spin-off da ricerca, basate sulla proprietàintellettuale sviluppata nel corso del progetto. Il progetto infatti, attraverso la valorizzazione della massa critica giàpresente sul territorio, si propone di potenziare il ruolo del Distretto DHITECH come fulcro di un network di Centri diRicerca, Cliniche, Imprese del settore e Spin Off da ricerca, per realizzare in tal modo un sistema dinamico edintegrato di ricerca, sviluppo e formazione. Tale sistema, sulla scorta di un modello di sviluppo già sperimentato negliStati Uniti, nell'area di Boston, si dimostra vincente in termini di valorizzazione dei risultati della ricerca,valorizzazione del capitale umano e creazione di valore, sia umano che imprenditoriale, sul territorio, consentendo: i)l'attrazione di ricercatori e professionalità altamente qualificate nel settore della Tissue Engineering; ii) la crescitadelle imprese del settore Biotech già presenti sul territorio; iii) l'attrazione sul territorio di nuove imprese ed enti diricerca, che possono trarre vantaggio da un investimento nel Distretto, in un settore altamente strategico e con grossimargini di sviluppo quale quello dell'Ingegneria Tissutale.

I dati pubblicati sono aggiornati al 29/02/2020
Costo pubblico € 9.013.592,80
Nome Ammontare
Unione europea6760194.60
Fondo di Rotazione (Co-finanziamento nazionale)2253398.20
Altre risorse - Privati:
€ 2.697.794
Pagamenti effettuati € 4.506.796,40
Anno Ammontare Ammontare cumulato Percentuale su finanziamento pubblico
20134506796.404506796.4050

Stato di avanzamento del progetto

In corso
Inizio previsto: 01/01/2012
Inizio effettivo: 31/05/2012
Fine prevista: 31/12/2014
Fine effettiva: 30/11/2015

Natura

Tema

Territorio

Soggetti

Programmatore
MIUR
Attuatore
DHITECH - DISTRETTO TECNOLOGICO HIGH TECH SCARL
Priorità QSN
Promozione, valorizzazione e diffusione della ricerca e dell'innovazione per la competitività
Obiettivo generale QSN
Rafforzare e valorizzare l'intera filiera della ricerca e le reti di cooperazione tra il sistema della ricerca e le imprese, per contribuire alla competitività e alla crescita economica;sostenere la massima diffusione e utilizzo di nuove tecnologie e servizi avanzati; innalzare il livello delle competenze e conoscenze scientifiche e tecniche nel sistema produttivo e nelle Istituzioni
Obiettivo specifico QSN
Qualificare in senso innovativo l'offerta di ricerca, favorendo la creazione di reti fra Università, centri di ricerca e tecnologia e il mondo della produzione sviluppando meccanismi a un tempo concorrenziali e cooperativi, in grado di assicurare fondi ai ricercatori piu promettenti

Ambito di programmazione

Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR)
Fondi Strutturali relativi alla programmazione 2007-2013
Programma
PON CONV FESR RICERCA E COMPETITIVITÀ
Asse
Asse 1 -Sostegno ai mutamenti strutturali
Obiettivo operativo
Reti per il rafforzamento del potenziale scientifico-tecnologico delle Regioni della Convergenza.

Altri progetti sul territorio