Risorse 2014-2020

Le politiche per la coesione relative al ciclo di programmazione 2014-2020 sono finanziate sia da fondi nazionali sia da fondi europei, ai quali è associato un co-finanziamento nazionale. La principale fonte di risorse è il Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) dello Stato italiano. Seguono le risorse dei Fondi Strutturali Europei (Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale - FESR e Fondo Sociale Europeo - FSE) che richiedono un cofinanziamento nazionale obbligatorio.

In considerazione dell’attuale fase di ultimo assestamento delle risorse straordinarie impegnate dalla Commissione europea nell’ambito della Strategia di contrasto all’emergenza Covid-19, in particolare quelle relativa al pacchetto Recovery Assistance for Cohesion and the Territories of Europe (REACT-EU), le stesse non sono al momento incluse nel quadro della programmazione 2014-2020.

Per tutte le risorse assegnate è previsto l’obbligo di monitoraggio nel Sistema di Monitoraggio Unitario delle politiche di coesione i cui dati sono visualizzati dinamicamente e pubblicati in open data sul portale OpenCoesione. Fanno eccezione il Fondo di aiuti europei agli indigenti (FEAD) e alcune poste del Fondo Sviluppo Coesione assegnate per legge.

Rispetto ai cicli 2007-2013 e 2021-2027, a livello europeo nel periodo di programmazione 2014-2020 sono state assimilate agli obiettivi della politica di coesione anche le risorse stanziate per lo sviluppo rurale e per la politica marittima e della pesca, cioè i fondi FEASR e FEAMP: essi, però, non sono visualizzati in questa infografica e i progetti monitorati che fanno riferimento ai due fondi non sono direttamente navigabili sul portale OpenCoesione pur essendo disponibili nella sezione open data. Quando FESR e FSE sono considerati congiuntamente a FEASR e FEAMP prendono il nome di Fondi Strutturali e di Investimento Europeo (Fondi SIE).


Risorse finanziarie relative al ciclo 2014-2020

(milioni di €)

  • Fondi UE
  • Fondi nazionali
  • Mezzogiorno
  • Centro-Nord
  • Non ripartito