Strategie 2021-2027

Il ciclo di programmazione 2021-2027 della politica di coesione - finanziato da risorse europee e nazionali - è in via di definizione. A partire dal 2019, mentre erano in corso a livello europeo le riflessioni sui Regolamenti da approvare in vista del nuovo periodo, su indirizzo del Dipartimento per le politiche di coesione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, hanno preso avvio i lavori per la programmazione della politica di coesione europea ed è stato attivato il percorso di confronto partenariale, che coinvolge tutti i soggetti del partenariato istituzionale ed economico-sociale del Paese. Nel corso del 2021 sono stati quindi approvati tutti i Regolamenti che hanno definito e inquadrato in modo generale e specifico l’uso dei fondi, il cui elenco si trova nella colonna di destra.

Le attività preparatorie sono state organizzate attorno a cinque Tavoli tematici, che vengono presentati in dettaglio nella pagina dedicata ai lavori preparatori dell'Accordo di Partenariato. I lavori hanno portato alla redazione di diverse bozze dell’Accordo di Partenariato, inviate ai Servizi della Commissione Europea per il dialogo informale e presentate al partenariato. La prima versione è del novembre 2020. L’ultima disponibile è quella del 17 gennaio 2022, con cui si è avviato il negoziato formale con la Commissione europea, a seguito dell’Intesa raggiunta in Conferenza Unificata il 16 dicembre 2021 e dell’approvazione del CIPESS nella seduta del 22 dicembre 2021, in conformità agli articoli 10 e seguenti del Regolamento (UE) 2021/1060 recante le disposizioni comuni sui fondi. L'Accordo - che dovrà infine essere approvato con una Decisione della commissione Europea - è il documento che definisce governance, obiettivi strategici e programmazione delle risorse.


Per quanto riguarda invece la politica di coesione finanziata con risorse nazionali, viene confermata la destinazione dell’80 per cento delle risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione a favore del Mezzogiorno. L’articolo 1, comma 178, della legge di bilancio per l’anno 2021 (legge n. 178/2020) prevede che la dotazione finanziaria relativa al ciclo di programmazione 2021-2027 sia impiegata in coerenza anche con le politiche di investimento e di riforma previste nel Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilienza (PNRR), nonché con le missioni previste nel Piano Sud 2030, fermi restando i principi di complementarietà e addizionalità.
Gli interventi sono attuati utilizzando lo strumento del Piano Sviluppo e Coesione (PSC). Le 12 aree tematiche che caratterizzano gli attuali PSC, individuate dall’articolo 2 della Delibera CIPESS n. 2/2021, si intendono confermate anche per il ciclo di programmazione 2021-2027, in ragione della loro esaustività e per rendere più agevole il confronto con la programmazione dei precedenti cicli.

 

Accordo di Partenariato Italia 2021-2027 (bozza del 17 gennaio 2022)

Regolamento (UE) n. 2021/1060 - generale

Regolamento (UE) 2021/1056 - istituisce il Fondo per una transizione giusta (JTF)

Regolamento (UE) 2021/1057 - istituisce il Fondo sociale Europeo Plus (FSE Plus)

Regolamento 2021/1058 - relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e al Fondo di coesione

Regolamento (UE) 2021/1059 - recante disposizioni specifiche per l'obiettivo CTE

Legge di Bilancio 2021, n. 178/2020 - articolo 1, comma 178

  Documentazione completa relativa ai Lavori preparatori dell'Accordo di partenariato 2021-2027